valle-del-tirino-capestrano
Immersa nel cuore verde d’ Abruzzo , compresa tra i comuni di Bussi sul Tirino 345 m slm, Capestrano 505 m slm ed Ofena 531 m slm, ricadente all’ interno delle due province di Pescara e L’Aquila, tra i distretti più suggestivi del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga si trova la Valle del Tirino, solcata dall’ omonimo fiume, il Tirino, uno tra i fiumi più belli e puliti d’ Italia.
La Valle, collocata ad un’ altitudine di circa 350 m slm, forma un’ ampia conca di origine tettonica con notevoli accumuli di sedimenti lacustri risalenti al quaternario antico.
Nel 1995, gran parte della Valle del Tirino è stata ricompresa all’ interno del territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, successivamente sono stati rafforzati gli indirizzi di tutela ambientale e territoriale con l’ inserimento delle tre sorgenti e della parte superiore del fiume nelle Zone di Protezione Speciale (ZPS) all’ interno del programma comunitario “Natura 2000”.
La Valle è contornata da rilevanti massicci di origine calcarea: a nord le alture di Rocca Calascio e Castel del Monte, a ovest La Serra di Navelli fino a scendere giù nei pressi di Bussi con M.te Cornacchia e M.te Le Scuncole, la dorsale del Gran Sasso con andamento nord-est est con gli importanti rilievi come M.te Cappucciata, M.te Scarafano, M.te Picca, M.te Alto, M.te Pietra Corniale e M.te di Roccatagliata.
Il fiume prende vita dalle tre sorgenti principali di bassa quota quali : Il Lago, Presciano e Capo d’Acqua.
Il territorio tritano oltre ad essere considerato un contenitore di bellezze naturalistiche, custodisce diversi elementi di notevole importanza dal punto di vista storico e culturale come: il castello Piccolomini di Capestrano, il Castello dei Duchi di Cantelmo di Bussi, la zona archeologica di Capestrano dov’è stato rinvenuto il “Guerriero di Capestrano” tra i più importanti emblemi dell’ Abruzzo nel mondo, le romaniche chiese di San Pietro ad Oratorium e della Madonna di Cartignano, oltre al fatto che la Valle oggi presenta una varietà di  colture e produzioni enogastronomiche con i famosi vigneti di Ofena nell’ alta Valle del Tirino, i tipici orti lungo fiume, storicamente chiamati  “padure “ e  “cannavine” con i loro particolari sistemi di irrigazione attraverso i canali solcati a terra che attingono l’acqua proprio dal Fiume Tirino.

Il Fiume Tirino

escursionismo abruzzo canoa

Definito uno dei fiumi più belli e puliti d’ Italia, il Tirino è certamente l’ elemento principe dell’ intera Vallata. Il bacino tritano ha una superficie di 150 Km2, il fiume è alimentato dall’ acquifero carbonatico del Gran Sasso-Sirente orientale attraverso le sue sorgenti per poi gettarsi nel fiume Pescara dopo un percorso di circa […]

> Per saperne di più

 

 


I borghi della Valle del Tirino